Chi siamo

LE NUOVE OPPORTUNITÀ ARTISTICHE E PROFESSIONALI OFFERTE DAI SOCIAL NETWORK

È possibile utilizzare i social network per veicolare prodotti culturali e artistici di livello? Si può diventare “influencer della cultura” e raggiungere un target il più ampio possibile con il proprio lavoro? Per farlo – dopo una introduzione di Simone Toscano, ideatore del corso - scenderà in campo Claudia Di Fabio, docente allo IED, “comunicatrice” e autrice del best seller “come si diventa influencer”. 

LA REGIA 2.0 – COME REALIZZARE UN PRODOTTO DI ALTA QUALITà A BASSO COSTO, LE NUOVE SFIDE DELLO STREAMING

Giovanni Caloro è un regista che ha firmato spot e video per il web per conto di alcune delle più grandi aziende italiane, da Tim ad Eni, passando per numerose campagne sociali per Airc e Ministero della Salute. Mostrerà le nuove sfide – con costi di produzione infinitamente più bassi rispetto ad appena dieci anni fa – e soprattutto le immense opportunità offerte dal mondo legato alla produzione di video in streaming e web oriented. Comunicazione e arte possono essere realizzati anche con un telefonino di nuova generazione? E come si contattano le grandi aziende?

MONTAGGIO VIDEO: TUTTI I "TRUCCHI" 

 Alessandro Codina è un videomaker, cineoperatore e montatore video. Nel suo incontro mostrerà – nella pratica – come funziona un programma di montaggio audio-video, consigliando i più adatti a seconda delle varie esperienze dei partecipanti. Al termine dell’incontro il gruppo avrà realizzato un prodotto audiovisivo ex novo. Ad affiancarlo, il giornalista tv Simone Toscano.

COME REALIZZARE SOGNI CON LE IMMAGINI

Gianluca Falletta è uno dei più giovani e importanti creativi e organizzatori di eventi in Italia. Professionalmente “nato” con la società Filmaster (che ha firmato spot, inaugurazioni di Olimpiadi e Mondiali), da freelance è stato direttore artistico di Cinecittà World, di Luneur Park, fino ad essere il più apprezzato ideatore di parchi a tema in Italia (e all’estero). Viene considerato l’unico “imagineer” del nostro Paese: una figura che non si occupa solo della progettazione di nuovi parchi a tema ma anche di tutte le strutture complementari al parco divertimenti, mantenendo una coerenza creativa in tutti i suoi aspetti e un "look & feel" univoco e riconoscibile. Infine, è stato finalista ad Italia’s Got Talent 2020, con le sue videoproiezioni emozionali diventate virali (su tutte quella che narrava la carriera di Federica Pellegrini): una nuova frontiera occupazionale ancora vergine, in cui i giovani comunicatori avrebbero ampi margini di crescita. Proprio su quest’ultimo punto sarà concentrata la sua lezione, con proiezione di video esplicativi.

PRODURRE LE PROPRIE IDEE E – ATTRAVERSO LE GIUSTE SOCIETÀ DI PRODUZIONE – FAR SÌ CHE ARRIVINO AL PUBBLICO PIÙ AMPIO:

Leyla Monanni è nel PR DEPARTMENT della società di produzione tv STAND BY ME, una delle più grandi case di produzioni televisive italiane, con all’attivo centinaia di programmi e documentari per Netflix, Rai, Tv8, Nove, Sky e Discovery. In un interessante incontro parlerà di come trasformare una idea – dal semplice documentario alla più disparata forma videoartistica – in un’opera ad alta fruizione: un approccio che può essere valido per un giovane universitario oppure per chi ha più esperienza e vuole mettere a frutto (o trasferire in un copione o in un video) le proprie idee.

COMUNICARE LA CULTURA

Luca Falcone – il più giovane direttore dello storico quotidiano L’Unità, fondato da Antonio Gramsci - è nell’ufficio stampa del Ministero della Cultura. In un incontro con i partecipanti al nostro corso, potrà raccontare come si comunicano arte e temi culturali in Italia, un Paese con la più alta percentuale di beni Unesco, che ancora troppo poco sfrutta le sue potenzialità e le sue eccellenze. Colpa anche di una comunicazione spesso carente e ancora ancorata al passato. Anche in questo caso: i nuovi media sono al centro del rilancio culturale.

CREAZIONE EVENTI: L'ALTRA FACCIA DELLA COMUNICAZIONE 

L’ideazione e l’organizzazione di eventi è un’altra delle mille sfaccettature che chi è appassionato di comunicazione non può fare a meno di conoscere. Per passare dalla fruizione passiva ad un ruolo più attivo: per rendere vive le proprie idee. Andrea De Benedetti di questo approccio ha fatto la sua vita: scrittore (Newton Compton), una esperienza all’Associated Press, organizza eventi da quindici anni, la maggior parte dei quali legati al mondo fantasy e all’associazionismo. Su tutti, per anni ha fatto parte dello staff di Romics, il più grande evento del settore fumettistico, curando incontri con i principali autori internazionali.

IL GIORNALISMO 2.O

Simone Toscano è un giornalista del gruppo Mediaset (e in passato collaborazioni con Rai, La7, Mtv, Il Foglio). Prima cronista al Tg5, poi inviato del programma Quarto Grado, conduttore del canale all news Tgcom24, ha pubblicato numerosi libri con Piemme, Baldini+Castoldi, Newton Compton, quasi tutti dedicati al sociale e allo “storytelling”, il racconto di storie vere, di vite da esempio. Ideatore di questa serie di incontri, parlerà delle nuove frontiere del giornalismo, da quello culturale a quello tecnologico, cercando di tirare le fila di quanto detto in tutti gli incontri. È docente in vari Master e corsi di alta formazione.

COMUNICARE IL SOCIALE

Marta Rossi si occupa di Sociale da anni. Da sempre legata al volontariato cattolico – con esperienze in missioni in Africa – fa parte dello staff comunicativo dei Salesiani, forse la più grande rete al mondo di volontariato e assistenza agli ultimi, nel nome di Don Bosco. Ha seguito da vicino molte campagne sociali, in cui la Comunicazione ad ogni livello (testuale, artistico, fotogiornalistico) è stata messa a disposizione del prossimo, per sensibilizzare su temi di alto spessore culturale. La sua testimonianza qualificata potrà aprire la mente a quanti, al di là di una professione – vogliano mettere a disposizione le proprie opere artistico/culturali/comunicative di chi è meno fortunato.

I LIMITI DEL DIRITTO D’AUTORE NEI NUOVI MEDIA

 In un’epoca in cui le opere d’arte e il lavoro intellettuale vengono spesso trafugati, diventa fondamentale sapere i limiti legali entro i quali attenersi per chiunque volesse produrre un’opera e metterla online. Troppo spesso infatti può capitare di “rubare” inconsapevolmente materiale altrui. Oppure di essere – altrettanto inconsapevolmente – soggetti a furto di idee o di prodotti culturali. L’avvocato Massimiliano Oliosi, attivo da anni nella organizzazione di eventi culturali, fornirà una importante guida nel suo intervento.